Di cosa parliamo quando parliamo di creatività?

La Convention annuale di IAASM, Alumni Association della Scuola Mattei (nata nel 1957 per iniziativa di Enrico Mattei), è un palcoscenico particolarmente importante. Il tema di quest’anno crea-attività, è stato affrontato in due giornate di eventi dedicati agli Alumni che hanno visto intervenire personaggi come Philippe Daverio, Stefano Bartezzaghi, Annamaria Testa. Su richiesta di IAASM, Trivioquadrivio ha portato sul palco della Convention il proprio approccio Jazz for Business. (leggi tutto)

Costruire il proprio futuro fra semplicità e complessità

Alla fine del 2013 Trivioquadrivio ha erogato due interventi di apprendimento organizzativo dedicati al team di BNL Investment Solutions del Gruppo BNP Paribas. Inseriti nel più ampio contesto di un seminario organizzativo, i due workshop sono stati finalizzati a cementare una cultura della collaborazione e a raccogliere punti di vista concreti rispetto allo sviluppo di IS nell’imminente futuro. (leggi tutto)

Distant Harmonies: la metafora del jazz per la collaborazione interculturale


Trivioquadrivio ha affiancato lo Studio Legale Bonelli Erede Pappalardo nella progettazione ed erogazione di un’attività di riflessione e team building inserita nel più ampio contesto di un evento dedicato a un network internazionale di partner dello Studio. (leggi tutto)

L’arte imperfetta del project management

Per il primo quadrimestre del 2012 TQ affianca Canon Italia nella progettazione ed erogazione di un percorso di formazione dedicato a sales e account manager. Il percorso è finalizzato a stimolare lo sviluppo di competenze orientate a un approccio maggiormente “consulenziale” alla vendita. Il ruolo richiesto a TQ è legato alla costruzione di un “contenitore di apprendimento” finalizzato a fornire una cornice ispirativa e creativa in grado di propiziare la gestione dei contenuti organizzativi del percorso (a cura di Canon).
Il Creative training ha avuto inizio il 6 marzo 2012, all’interno della giornata dedicata da Canon a tematiche di project management. In questo contesto TQ ha gestito un workshop basato sull’approccio formativo Jazz For Business, che utilizza la metafora della musica jazz per favorire la riflessione individuale e collettiva su temi manageriali.

(leggi tutto)

Differenze in armonia

Come lavorare con rinnovato spirito di collaborazione? Come animare la dimensione del lavoro collettivo grazie alla valorizzazione del contributo dei singoli? Queste le esigenze di riflessione manifestate dalla Direzione HR di un’azienda leader nelle soluzioni tecnologiche per il settore bancario e finanziario, per la quale TQ ha progettato una sessione di confronto e apprendimento a tempo di jazz. L’approccio Jazz For Business è infatti stato al centro di un workshop di mezza giornata cui i partecipanti hanno preso parte all’insegna del motto “differenze in armonia”.

(leggi tutto)

Dissonanze che armonizzano

Da qualche tempo in TQ si parla di jazz al servizio delle imprese. Questa direzione di ricerca è guidata da una domanda: in che misura il mondo del jazz può essere utile – a livello di competenze e comportamenti – a chi lavora nelle organizzazioni? La risposta passa attraverso un lavoro di indagine che, esplorando il genere musicale che più di ogni altro intreccia gli apporti di singolo e collettivo, offre alle imprese molteplici spunti di riflessione. Da tutto ciò nasce Jazz For Business, nuovo approccio all’apprendimento organizzativo offerto da TQ alle imprese e particolarmente indicato per esigenze di ispirazione e occasioni di celebrazione.
(leggi tutto)

Ascoltare l’organizzazione

Cosa accade quanto siamo posti di fronte a una struttura musicale complessa? Se non siamo in possesso degli opportuni strumenti di ascolto rischiamo di sentirci confusi, disorientati, magari perfino infastiditi. Qualcosa di simile può accadere anche nelle organizzazioni, nelle quali il bisogno di una “bussola” diventa ancora più fondamentale. Detto in altri termini: se non siamo in grado di leggere un senso condiviso in quel che facciamo, rischiamo di sentirci disorientati. E quindi di perderci.

(leggi tutto)