Oggi sono tanti i cambiamenti strategici in corso nel mondo delle organizzazioni d’impresa. Certamente, bisogna riconoscere la forza e il senso del “change”, ma al tempo stesso conviene non farsi convincere che la grande onda del change management, spesso amplificata dalle possibilità digitali, possa diventare anche “creatrice” di valore e profitti.
Perché spesso le aziende non riescono a eseguire coerentemente le loro strategie di change management, di frequente combinate con ambiziose trasformazioni digitali? Quasi sempre, la ragione è che i leader non identificano e non investono nella gamma completa di strumenti di project management necessari per allineare saldamente l’organizzazione con la nuova strategia. Inoltre, anche quando i responsabili delle strategie di change riescono a suddividere i loro piani in “action plan” realizzabili, raramente lavorano con i project manager assegnati per assicurare che le risorse necessarie siano applicate in ordine di priorità.

Se invece la gestione del progetto e la gestione del cambiamento sono integrate, il contributo di entrambe le discipline può essere focalizzato su una esecuzione diversa e vincente, per i seguenti motivi: 1) i team interessati hanno modo di conoscere e assimilare il valore profondo del cambiamento atteso ben prima che possa verificarsi qualsiasi impatto organizzativo 2) i “pacchetti” di lavoro sono assegnati e condivisi, le interfacce sono chiare, diventa più facile completare i propri task, anticipando possibili rischi di ritardo 3) le componenti risorse umane, tempi, costi, rischi qualità e comunicazione sono integrate, i vari step di avanzamento vengono compiuti solo al momento prefissato del ciclo di vita di progetto 4) il flusso delle informazioni è codificato, è facile sapere in ogni momento “che task si sta svolgendo” e “chi sta facendo cosa” 5) una volta completata ogni fase di progetto viene chiusa formalmente, e… celebrata!

Trivioquadrivio è da sempre profondamente impegnata a creare una nuova cultura di business che sostiene la crescita e lo sviluppo delle organizzazioni, ben oltre lo schiacciare l’interruttore del “go-live” che caratterizza molti progetti aziendali. La nostra attenzione all’integrazione fra il contare (quantità ed precisione) e il raccontare (creatività e metafora) è la pietra angolare dei nostri progetti di successo. Contattaci per saperne di più.