In qualsiasi percorso di cambiamento, la scelta di attribuire senso e finalità al nuovo verso cui ci si dispone  è  strettamente  legata  all’opportunità  di  un  confronto  con una  narrazione  che  funzioni come  collante  ed  elemento  di  motivazione.  A  proposito  di  spinta  al  cambiamento  e  delle  sue diverse  componenti,  esiste  un’efficace  immagine  per  analizzarla  popolarizzata  dallo  psicologo Jonathan Haidt nel libro Felicità: un’ipotesi (2008).

Spesso,  soprattutto  in  ambito  lavorativo,  pensiamo  di  poterci  rivolgere  unicamente  alla  nostra razionalità, resa in metafora da Haidt come una guida o un deciso conducente. In realtà, la guida controlla le redini di un animale piuttosto lento e pesante, reso in metafora da Haidt – ispirandosi all’antico sapere del Buddha – come un elefante e rappresentante la parte più emotiva del nostro cervello. Senza una paritaria attenzione per queste due componenti, risulta difficile che qualcuno sia davvero coinvolto in un processo di apprendimento.

Ma c’è un terzo elemento della metafora citata: il percorso che elefante e guida compiono, lungo una strada e in un contesto che necessitano di essere a loro volta analizzati. Se la prima parte di riflessione riguarda principalmente la motivazione personale (guida ed elefante), la seconda mette in  gioco  una  imprescindibile componente  relazionale.  Il  contesto  va  infatti  inteso  come  un collante interpersonale che, fuor di metafora, prende corpo in un racconto condiviso.

In termini più spiccatamente aziendali, la capacità di costruire un contesto positivo e fertile per il cambiamento passa attraverso il presidio delle dinamiche di comunicazione interna. È su esse che  sia  la  componente  razionale  che  quella  emotiva  (la  decisa  guida  e  il  lento  elefante)  insite  in ognuno di noi diventano in grado di riconoscere un fine e un senso nel cambiamento atteso.

In  Trivioquadrivio  siamo  abituati  a  maneggiare  con  cura  la  preziosa  materia  del  cambiamento personale  e  collettivo.  Nel  corso  degli  anni  abbiamo  messo  a  punto  per  le  attività  di  change management, al fianco di altri strumenti che offriamo alle organizzazioni di impresa, un approccio alla  comunicazione  interna  che  sfrutta  al  meglio  strumenti  e  stili  differenti  per  facilitare  un ingaggio sia razionale ed emotivo. Se sei interessato a conoscere il nostro approccio, contattaci.