Trivioquadrivio con Rondine per gestire i conflitti

Il 9 ottobre a Rondine, Trivioquadrivio partecipa con un intervento sugli strumenti del confronto inclusivo all’incontro di formazione del Progetto Itaca, un percorso che ha l’obiettivo di formare un network di progettisti sociali facilitando l’attuazione di progetti di impatto sociale in tutte le regioni italiane.

Rondine è l’organizzazione internazionale impegnata da oltre venti anni nella trasformazione creativa dei conflitti. Fondato dallo psicologo e docente Franco Vaccari, il metodo Rondine fa perno sulla “World house”, uno studentato internazionale dove giovani “nemici” provenienti da Paesi in conflitto vivono e studiano insieme per progettare un futuro di riconciliazione, imparando il riconoscimento reciproco e la fratellanza. L’iniziativa formativa rivolta ai ragazzi del progetto Itaca prenderà il via poche ore dopo lo storico intervento della senatrice a vita Liliana Segre che terrà a Rondine la sua ultima testimonianza pubblica ai giovani. Un evento unico, cui sarà possibile partecipare a distanza (https://grazieliliana.rondine.org/), all’insegna del superamento dell’odio e dell’inimicizia per celebrare l’impegno educativo, una leadership positiva e la testimonianza come impegno civico.

Quello di Rondine è un progetto importante con cui Trivioquadrivio è entrata in contatto all’inizio del 2020: una promettente opportunità di collaborazione che, basandosi su una completa adesione a principi comuni, è orientata a offrire un contributo metodologico e strumentale ai processi di risoluzione creativa del conflitto. In questi mesi abbiamo sviluppato un dialogo, diventato sistematico e continuativo, che ha aperto un territorio di studio e confronto dedicato allo scambio inclusivo e alla risoluzione dei conflitti. Inizia così il nostro percorso con Rondine, che darà vita a un “diario di bordo” che periodicamente ragionerà sui risultati della collaborazione che produrrà frutti ingegnosi e strumenti utili a alimentare relazioni complesse, misurare gli impatti generati e favorire i cambiamenti attesi.

Dall’emporio

Articoli recenti