SAPERE

Il quarto podcast della nuova serie dedicata alla legalizzazione della complessità.

Cosa c’è da sapere per legalizzare la complessità? La prima cosa da tenere presente è questa: tutti noi, senza eccezioni, siamo esperti di complessità, perché la maneggiamo con grande disinvoltura durante i nostri sogni. I sogni sono la prova più concreta che i tentativi di annientare la complessità criminalizzandola sono destinati a fallire. Ai burocrati piacerebbe che i nostri sogni fossero tanto ordinati quanto i loro mansionari, le loro procedure, i loro schemi ortoganali. Ma cosa sarebbero i nostri sogni se fossero privati di ogni complessità e somigliassero al lavoro burocratico? Un insieme di storielle dal finale risaputo, sequenze di avvenimenti scontati, del tutto privi d’interesse e completamente privi di valore. Nei sogni la complessità circola indisturbata e potremmo molto giovarci dei nostri sogni se, appena apriamo gli occhi, non fossimo costretti a rinunciarvi, a meno di non volerci comportare da fuorilegge.